logo
Il Museo Contadino della Bassa Pavese è stato fondato nel 1984 da un gruppo di cittadini di Santa Cristina e Bissone appassionati di storia e tradizioni locali, in particolare del mondo contadino. La collaborazione con l’Amministrazione Comunale ha permesso di reperire un immobile dove è collocata l’attuale sede del Museo.

Contatti

Piazza 25 Aprile
27010 Santa Cristina e Bissone (Pv)

Tel. 0382.70121

Cel. 328 2750610

museocontadino@ comune.santacristinaebissone .pv.it
 

La Biblioteca

Il Museo è insediato in un fabbricato risalente agli anni 20, del XX secolo, recuperato e adattato allo scopo con oltre 200 mq. di spazio espositivo.

 

Consistenza: oltre 2000 attrezzi, mostre fotografiche permanenti ed itineranti, raccolta di fotografie, biblioteca, documenti storici e video che riprendono scene di lavoro, testimonianze di contadine e documentaria del museo.

 

Donazioni: è auspicata e gradita la donazione di materiale, attrezzi, fotografie, cartoline e documenti riguardanti il lavoro e la civiltà contadina. Gli attrezzi, i documenti e le fotografie sono catalogati con un apposito programma informatico.  

 

Ricevimento gruppi: per l’accesso di gruppi scolastici e associazioni è preferibile la prenotazione telefonica.

 

Regolamento: nelle sale del Museo è consentito l’uso della macchina fotografica. Per la pubblicazione di fotografie eseguite nel Museo è richiesta la citazione. Per entrare in possesso di copie di fotografie e/o cartoline e/o documenti vari depositate/i presso la struttura Museale (per copia di fotografie e/o cartoline e/o documenti vari depositate/i presso la struttura Museale, si intende la scansione con scanner piano formato A4) e per le riprese filmate all’interno del Museo, il permesso viene rilasciato dal Presidente il Comitato direttivo sentito il Comitato stesso e comunque dietro un versamento di un canone stabilito annualmente cosi definito per l’anno in corso: da 1 (una) a 10 (dieci) immagini, Euro 7 + costo del supporto magnetico per ogni immagine; superiore a 10 (dieci) immagini, Euro 6 + costo del supporto magnetico per ogni immagine. Sono comunque fatti salvi i diritti d’autore e/o degli eredi in ragione del fatto che i documenti e le immagini che sono stati donati o fornita copia al Museo stesso possono essere utilizzati dal Museo per esplicita convenzione con gli interessati  per produrre proprie ricerche e/o mostre ma non sono di esclusiva proprietà del Museo stesso. Particolari esigenze verranno esaminate caso per caso.

 

Didattica: materiale didattico e piccola guida del museo disponibili all’accoglienza. Nell’ambito del programma per l’educazione alla conoscenza del patrimonio culturale, viene offerta, ad associazioni di volontariato, organizzazioni sociali, umanitarie e díinteresse agricolo, previa prenotazione, la possibilità di richiedere visite guidate. 

 

Modalità d’esposizione: gli attrezzi sono raggruppati ed esposti tenendo conto del loro utilizzo. Un preciso percorso permette di farsi una precisa opinione di come si svolgeva il lavoro e la funzione di ogni singolo attrezzo.

I Nostri Sostenitori