• MUSEO CONTADINO della BASSA PAVESE
  • MUSEO CONTADINO della BASSA PAVESE
  • MUSEO CONTADINO della BASSA PAVESE
  • MUSEO CONTADINO della BASSA PAVESE
  • MUSEO CONTADINO della BASSA PAVESE
t_statuto

 

Art. 1 ATTO DI COSTITUZIONE 
E'costituito il civico Museo Contadino della Bassa Pavese. Istituito con deliberazione consiliare n. 10 del 20/02/1984 , modificata con deliberazione consiliare n. 03 del 26/02/1998. Il museo è un centro di ricerca etnografica, senza scopo di lucro, al servizio della società e del suo sviluppo, che mette a disposizione del pubblico ed espone a fini di studio, educazione e diletto, i beni materiali ed i beni immateriali, gli oggetti e le testimonianze,acquisiti mediante la ricerca.

Art. 2 SEDE E FINI
Il Museo Contadino della Bassa Pavese ha la propria sede in Via Roma, 1; Il Museo si propone di promuovere, esporre, illustrare al pubblico il materiale raccolto nonché di promuovere e organizzare mostre, conferenze relative ai mezzi di lavorazione nei campi della popolazione contadina.

Il Museo Contadino della Bassa Pavese si propone in particolare di: 
a) raccogliere , conservare, ordinare e studiare le testimonianze presenti nel territorio che si riferiscono alla storia, allíeconomia, al lavoro, alla vita quotidiana, al folklore, ai dialetti, ai costumi ed a gli usi della gente che ha vissuto e vive nella Bassa Pavese;
b) promuovere la conservazione della tradizione e delle tecnologie che sono patrimonio della gente della zona della Bassa Pavese;
c) promuovere la valorizzazione del patrimonio paesaggistico ed architettonico di interesse etnografico del territorio in collaborazione con enti pubblici ed associazioni private; 
d) contribuire alla diffusione della conoscenza e dello studio dell'etnografia della Bassa Pavese, collaborando con i Comuni , le Province, le istituzioni interessate e le scuole di ogni ordine e grado;
e) realizzare attività dirette alla educazione permanente dei cittadini e alla valorizzazione turistica del territorio;
f) diffondere la sensibilità antropologica nei propri visitatori e nella popolazione del territorio anche attraverso collaborazioni con altri musei, con le università e con altri istituti scientifici, in particolare del settore etnoantropologico.

Art. 3 FINANZIAMENTO
Il Comune provvede alla sede, al mantenimento ed al funzionamento del Museo, stanziando annualmente a tale scopo nel bilancio un apposito fondo in relazione alla necessità e secondo la disponibilità, tenendo conto delle iniziative programmate.

Art. 4 ORGANI
Organi del Museo Contadino della Bassa Pavese sono Il Comitato Direttivo ed il Presidente.Il Comitato Direttivo Ë composto da n. 7 membri, dei quali: n. 2 consiglieri comunali di cui n. 1 designato dalla maggioranza e n. 1 dalla minoranza;N. 5 componenti nominati dal Sindaco di cui n. 4 scelti tra i soggetti ritenuti idonei a contribuire al conseguimento del fine Statutario e n. 1 componente designato dalla Commissione Biblioteca;I componenti durano in carica 5 anni e devono comunque essere rinominati alla scadenza del mandato dellíAmministrazione Comunale sono rieleggibili. Il Presidente del Museo viene nominato in seno al Comitato direttivo. Tutte le cariche sono gratuite. Le deliberazioni del Comitato Direttivo dovranno prendersi a maggioranza di voti con la presenza della maggioranza di componenti.

Art. 5 PRESIDENTE 
Il Presidente cura e tiene i registri di carico e scarico dei materiali, custodisce gli inventari. Provvede alla gestione per quanto riguarda la sistemazione dei locali, la cura, l'orientamento e l'incremento delle raccolte e l'aggiornamento degli inventari. Alla fine di ogni anno il Presidente è tenuto a presentare una relazione al Consiglio Comunale, sui lavori compiuti e sulle spese fatte e da farsi in modo da dare la possibilità all'Amministrazione Comunale di provvedere per gli opportuni stanziamenti in bilancio.

Art. 6 COMITATO DIRETTIVO
Il Comitato Direttivo coadiuva il Presidente nell'esplicazione dei suoi compiti. Esamina tutti i provvedimenti d'ordine generale concernenti il museo, il finanziamento, i progetti per quanto riguarda la sede, la sistemazione dei locali, le provviste di attrezzature e li trasmette con il proprio parere all'Amministrazione Comunale. Predispone il programma delle iniziative e lo presenta all'Amministrazione Comunale entro il 30 settembre dell'anno precedente a quello di riferimento. Predispone la proposta di nuovo regolamento o di modifiche al regolamento stesso ed allo ed allo Statuto e le trasmette allíAmministrazione Comunale per l'Approvazione da parte del Consiglio Il Comitato Direttivo si riunisce almeno due volte all'anno per rendere conto, su relazione del Presidente, della conduzione del Museo e per programmare i lavori da svolgere.

Art. 7 CUSTODIA
Al servizio di custodia e di protezione della sede e delle raccolte del museo provvede il Comune d'intesa con Comitato Direttivo.

Art. 8 ORARI
Gli orari di apertura e di chiusura del Museo del Contadino sono stabiliti dal Comitato Direttivo, d'intesa con il Comune, anche in relazione alla disponibilità del personale addetto.

museocontadino_f02
 

 

logo-1 logo-2 logo-3 ROGLEDI

logo-4 logo-5 logo-6 logo-7

logo-8 logo-9 logo-10 logo-11